Il Ciclo del Piano: Saturno-Giove

Insieme al ciclo Nettuno-Urano e a quello Saturno-Urano, il Ciclo tra Giove e Saturno fa parte della triade primaria dei Cicli composti del Sistema solare (vedi video sui Cicli composti).

È il Ciclo costruttore del Piano e Progetto della Coscienza solare, figlia del Rapporto tra l’Ideatore solare (Logos solare per la Tradizione Esoterica) e la Sostanza spaziale cosmica. Tale Triade di Aspetti (Spirito/Sostanza=Coscienza) è identificata, a livello sistemico, in 3 Luminari portatori dei Tre Raggi primari:

Vulcano, il Fuoco solare (Pianeta non ancora scoperto dalla scienza ufficiale, ma già ipotizzato e pare osservato da alcuni astronomi fin dai secoli scorsi; ruoterebbe attorno al globo solare in circa una ventina di giorni): corrisponde al Centro della Testa ed è l’Agente della Vita e Volontà (Atma) solari, connesse alla costellazione dell’Orsa Maggiore, ed in particolare della sua Stella di 1° Raggio Merak) –

–  Giove, il Maestro solare: rivoluziona attorno al Sole in circa 12 anni terrestri, Numero sia delle vibrazioni del centro del cuore che dei Segni dello Zodiaco, quei 12 influssi concentrati cosmici che attualmente sospingono l’evoluzione della Coscienza planetaria: Giove corrisponde infatti al Centro del Cuore ed è l’Agente dell’Amore e Saggezza (Buddhi-Manas) solari, energie connesse alla Stella Sirio, l’Anima del nostro Sole –

– Saturno, l’Architetto e Progettista solare: rivoluziona attorno al Sole in circa 30 anni terrestri, corrisponde al Centro della Gola ed è l’Agente dell’Intelligenza creativa (Manas-Buddhi) solare, connessa alla costellazione delle Pleiadi, ed in particolare della Stella Alcione.

Il Rapporto psico-matematico tra i periodi di rivoluzione di Giove e Saturno attorno a Sole/Vulcano vale dunque 12/30 = 2/5, che in Armonica ha valore di Terza, un intervallo costruttivo sacro al 5° Raggio, la forza di manifestare attraverso il Fuoco della Mente e del Pensiero (solari in tal caso, tramite i Tre Logoi planetari della Triade).

Collegando il concetto di Piano a quello di Progetto per svolgere il Proposito fissato dal Volere dell’Ideatore centrale, ecco che la Triade della Coscienza solare si rivela allora quale ‘Congegno’ direttivo dell’Evoluzione dell’intero sistema: Vulcano emana il Proposito (1), Giove lo ama e ne magnetizza il Campo solare (2) e Saturno ne pianifica creativamente e progressivamente lo svolgimento (3).

Ma la scoperta più mirabile è che:

Il Piano solare si svolge secondo un ritmo e tracciato precisi

che è possibile seguire per risalire al Proposito.

Il Piano voluto dal Volere, Amore e Luce solari segue il ritmo costruttivo del Fuoco solare (Manas, 5° Principio e Raggio: 2/5), tracciando Stelle a 6 e a 5 punte sul piano comune dell’Eclittica.

Questo terzo Ciclo composto da Saturno e Giove incide e allestisce il Piano della Coscienza solare secondo le sacre psicogeometrie delle Stelle a 6 e a 5 punte che si formano ogni 60 anni, ossia ogni 3 cicli di 20 anni o 3 congiunzioni tra Giove e Saturno. Tali congiunzioni tracciano infatti, nel cerchio eclittico dello Zodiaco, il Triangolo, la prima superficie, Numero sacro alla Creazione.

La Stella a 6 punte e 7 centri, o Stella della Vita, è formata dunque dalle discontinuità successive tra Saturno e Giove lungo il cerchio ideale dello Zodiaco, secondo una circolazione oraria: le congiunzioni tracciano il triangolo superiore, mentre le opposizioni il triangolo inferiore della Stella. Ogni 10 anni si registra una congiunzione o un’opposizione tra i Segni, e i Vertici della Stella in senso orario non sono altro che le posizioni decennali di Giove nello Zodiaco:

Ad ogni Stella di discontinuità a 6 punte tra Saturno e Giove corrisponde una Stella di continuità a 5 punte detta Stella del Creato, psicogeometria svelata dal considerare, all’incipit dei 5 cicli di Giove ogni 12 anni terrestri (ad esempio al momento della Loro congiunzione in Capricornus come nella figura), le posizioni successive di Saturno nel Cerchio zodiacale.

Questo Ritmo o Disegno celeste è una delle scoperte più belle e precise dello studio dei Cicli (vedi il documento Dal tempo lineare al tempo ciclico) e può essere definito come l’unità ritmica della Coscienza solare, il battito e respiro solare che conta 60 rispetto all’anno terrestre, ovvero 5 anni di Giove (12) e 2 di Saturno (30). 60 è infatti il minimo comune multiplo tra 12 e 30.

Tale pulsazione solare di 60 anni terrestri è un ciclo che ben si commensura alla vita dell’uomo, e dunque ‘maneggiabile’ per allestire in Terra piani e progetti per una nuova Cultura e Civiltà in risonanza con la marcia celeste, verso quel Riordino planetario prospettato per questo tempo dall’Insegnamento esoterico (vedi il testo Attestare il Piano planetario).

In 60 anni, battuta ritmica di base del Piano solare, in realtà “partono” 3 Stelle della Vita e 3 Stelle del Creato, nascenti ciascuna da una congiunzione tra i due Luminari ogni 20 anni.

Le Stelle della Vita sono anche dette “Stelle delle Cause” o creative (3, triangolo) degli impulsi discontinui del Piano solare, mentre le Stelle del Creato gestiscono la costruzione delle Formule e il collegamento aureo tra i mondi (5, pentacolo):

Prendendo ad esempio come riferimento, alla Vetta della Stella a 5 punte, le congiunzioni in Capricornus del 1901 e del 1961, si nota che la successiva congiunzione di questa “generazione” di Stelle sarà in Aquarius (nel 2020, la prima dal 1404); nella coscienza planetaria viene accentuato, anche dall’orientamento del Piano solare, il Segno dell’Era sorgente, del Servizio e della Fratellanza universali.

L’Elemento aria delle loro congiunzioni (nei Segni Aquarius-Gemini-Libra) è la qualità sostanziale portatrice di Espansione, ed è nuovo rispetto a quello di terra (di Capricornus-Taurus-Virgo) degli ultimi 180 anni, la cui parola chiave è Contatto, o precipitazione sul piano fisico. Tre Stelle sacre alla Vetta in Aquarius inizieranno dunque nel 2020, nel 2080 e nel 2140, e tali impulsi evolutivi orienteranno l’Umanità al Servizio universale attraverso la Coscienza solare o di gruppo.

Nel periodo attuale consideriamo le Stelle che sono iniziate con le congiunzioni eliocentriche di Giove e Saturno in Capricornus (nel 1961), in Libra (nel 1981) e in Taurus (nel 2000).

Non è qui il luogo per scendere nei dettagli,** ma è inutile dire che si può riscontrare in esse una triade di aspetti o orientamenti del Piano solare, e dunque planetario: la Stella della Volontà-Proposito (Capricornus 1961-2020), dell’Amore-Coscienza cristica (Taurus 2000-2060) e dell’Intelligenza-Piano (Libra 1981-2040).

*

Dalle parole dello scopritore della sintassi celeste dei Cicli eliocentrici e delle psicogeometrie del Piano solare:

“Nel Sistema esistono numerosi orologi, o metronomi (…) Questo è il più potente, e scandisce i programmi e le imprese. È il prezioso indice delle tendenze evolutive. Il ciclo Giove/Saturno guida il misterioso sviluppo interiore che a poco a poco libera la coscienza dalla forma.

Questi concetti si chiariscono se si pensa che Saturno, terzo Raggio, è il Signore della Giustizia cosmica, e che pertanto il gioco ritmico della Stella deve riguardare anche la retribuzione del karma nel suo senso più generale, e la legge dell’economia; e che Giove, di secondo Raggio, è il Signore del magnetismo cosmico dello Spazio solare, e dunque regola le attrazioni, rivela, guida, protegge e insegna.

*

Non è possibile sondare il contenuto, ad altissima concentrazione, di questo tracciato spaziale, ciclicamente disposto dai due massimi Luminari orbitanti attorno al Centro. La sua profondità sgomenta chi vi affonda la prima volta lo sguardo. Ma non si potrà evitare a lungo il richiamo che esso esercita sulla coscienza decisa a studiare e capire le leggi della Vita. Anche se ancora misterioso ed elusivo, l’averlo tratto con il pensiero dalle acque del Sistema solare è certo una conquista, che convalida alquanto le ipotesi che l’hanno guidata e sprona a osare altre avanzate.

(…) Il Triangolo superiore e reale governa dunque il succedersi di tutti quegli impulsi che tendono a recuperare la coscienza del Cielo, con dosi giuste e proporzionate, lasciando tuttavia libera la modalità esecutiva. Cercare di capire, prevedere e attendere le scadenze programmate di questa marcia solare verso la Luce è di per sé una vera e propria scienza di vita.”***


* Tale ritmo ternario di pulsazione del Triangolo superiore solare (formato da Vulcano 1° Testa – Giove 2° Cuore – Saturno 3° Gola) è poi in rapporto di 1/14 rispetto al ritmo del Triangolo inferiore di Centri/Luminari dell’Essere solare (formato da VenereCentro sacrale NettunoPlesso solare UranoCentro della Base) che coincide con il Ciclo sintetico di 840 anni.
Vi sono dunque 2 settenari o 14 Stelle di 60 anni in un Giorno solare, ossia 42 congiunzioni tra Giove e Saturno ogni 840 anni. Attualmente viviamo la 34^ Stella dall’anno zero, o Avvento del Cristo, precisamente la Stella che va dalla congiunzione in Capricornus del 1961 a quella in Aquarius del 2020. Se si accoglie l’ipotesi di risonanza ciclica tra un anno di vita del Cristo storico planetario (1° Avvento) e tale unità ritmica del Cristo solare, la possibile corrispondenza tra il Suo 34° anno finale e l’attuale 34^ Stella solare non può che evocare un sacro senso di stupore e di attesa.
E’ questa la Stella della Resurrezione che innalzerà la vibrazione dell’Umanità?
** Le Stelle a 5 punte sono trattate nel dettaglio nello scritto “Studio comparato delle due Stelle”, 2000, testo inedito di E. Savoini, autore anche dei grafici qui riprodotti.
*** Da: E. Savoini, “Il Sistema solare nello Spazio”, 1993, testo inedito, cap. 3.3 “I Due Triangoli”.
Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento