Allineamenti Uomo-Sole-Cosmo 18° – 11 agosto: Merak (Orsa Maggiore)

Il diciottesimo allineamento significativo focalizzato dal Sole, ora in transito per la visione terrestre tra le stelle poco luminose ma nutritive del Cancro e diretto verso la segnatura ben riconoscibile del Leone fonte di Fuoco solare, è con la stella primaria Merak dell’Orsa Maggiore, la bianco-azzurra alla testa del Carro della Vita, e per la Tradizione esoterica ‘grande serbatoio o centro d’energia divina che attua il proposito di Dio’, la fonte del Primo Raggio del Potere e della Volontà che inizia.(1)

Polo Nord_007_g

La costellazione dell’Orsa Maggiore, nota fin dall’antichità come il Grande Carro o Ruota della vetta del Nord (Septem triones = sette buoi, settentrione), traina incessantemente con le sue sette energie, i Sette Raggi, l’aratro della Vita (2): l’evidenza delle sette Stelle costituenti l’asterismo è di fatto parte della Vetta del Cielo, la zona che comprende anche l’Orsa Minore (ove punta il nostro polo attuale) ma soprattutto il Drago (sede del polo nord solare e delle eclittiche planetarie).

Dalla tradizione esoterica si apprende che le energie dell’Orsa Maggiore sono essenzialmente in relazione alla volontà e al proposito del nostro Signore o Logos solare, e specialmente la stella Merak (β Ursae Majoris), che con l’altra stella Dubhe (α) indica la Polare (la stella direttiva e di ri-orientamento), manifestando insieme ad Esse i tre aspetti della volontà divina. In particolare, attraverso Merak, grande stella di direzione, fluisce, per questo ciclo, la volontà di unione e di sintesi.(3)

Orsa Maggiore

Inoltre, l’intera costellazione dell’Orsa, unita alle Pleiadi e al sole Sirio, costituisce la ‘Triade Spirituale cosmica’ che governa l’attività ciclica a spirale del nostro sistema solare.(4) Le tre Costellazioni sono indicate dalla Tradizione esoterica quali intime, 3 ‘Soli di potenza’ che con le loro energie combinate guidano l’intera Evoluzione solare nel Cosmo.

*

In tale Giorno, 11 agosto, lo sguardo del Cuore, dell’Iniziato in ciascuno di noi, è unito alle Fonti del Volere solare (Sole/Vulcano) e del Volere cosmico Merak. Da tale sistema direttivo discende l’energia della Vita trascendente ed immanente, potenziale e potente; da tale unione il Fuoco solare divampa ed afferma in ogni cuore:

 

Padre, non la mia ma la Tua volontà sia fatta.

foto

Da Merak s’irradia il Mistero della Vita

*

“La VITA UNICA, eterna, invisibile e tuttavia onnipresente, senza principio né fine, e tuttavia periodica nelle sue manifestazioni regolari, fra i periodi nei quali regna l’oscuro mistero del Non-Essere; incosciente, e tuttavia Coscienza assoluta; irrealizzabile eppure l’unica Realtà auto-esistente; insomma, ‘un Caos per i sensi, un Cosmo per la ragione’”.(Estratto da: H. P. Blavatsky, Cosmogenesi, Collana Cintamani, pag. 27).

 

“…nel mondo reale, la Vita è e non diviene; diviene ed esiste nell’irreale.

L’esistenza, perciò, ma non la Vita, presuppone una forma d’espressione mutevole.

I mondi sono due: dell’essere e del divenire, ossia dell’esistere.

Tutto ciò che esiste è, ma non tutto ciò che è esiste.”

La differenza è fondamentale. Ignorarla dimostra di non aver ancora capito che la Vita può essere o no manifesta, e questo è un sommo problema, non una semplice questione di significato letterale”. (Estratto da: Reale ed Irreale, testo inedito di E.Savoini).

 

“ IL TEOREMA SUBLIME

Gli uomini e le altre creature vivono, ma ben pochi si domandano cos’è, in verità, la Vita. La più importante delle questioni, dalla quale tutto dipende, non è quasi mai posta, sì che giorni e anni scorrono senza che i viventi sappiano e vogliano sapere perché. La Vita è il Mistero, eppure è l’energia più evidente e preziosa, più comune e diffusa.

Ecco l’enunciato del teorema:

‘Chiamasi Vita quell’energia che genera se stessa.’

Le parole sono poche, il significato è immenso, perciò merita di essere detto sublime.”

(Estratto da: L’anno del quattro,testo inedito di E. Savoini).

sole

 

(1) Secondo la Tradizione esoterica l’Orsa Maggiore e il suo fuoco primario Merak sono il Capo, la Testa o punta avanzata del nostro universo locale che sospinge l’avanzata e il progresso del Sistema di Sette Sistemi solari di cui il nostro fa parte, quale Fonte delle Sette energie della Vita che custodiscono il Volere e il Proposito solari e planetari. Inoltre tali Fonti cosmiche sono connesse al Segno di Aries, il Segno degli Inizi per l’evoluzione della coscienza,datore del potere di avanzare e di condurre dall’Alto, dalla testa, e a Vulcano, il Pianeta invisibile di 1º Raggio che è detto “il Cuore del Sole” a capo della schiera dei Luminari.
(2) Le stelle dell’Orsa Maggiore sono la proiezione dei “Sette Rishi”, le sette Entità cosmiche indicate nei testi esoterici quali Fonti delle sette energie della Vita. I Sette Rishi, i Saptariksha dalla Cresta splendente, vengono indicati della stessa natura dei sette grandi Spiriti Planetari, attraverso i Quali l’Orsa Maggiore si esprime essendone il Prototipo cosmico.
Si apprende inoltre che i Sette Saggi dell’Orsa Maggiore costituiscono i sette centri della testa di quell’Essere cosmico i cui Sette Centri maggiori sono i Sette Sistemi solari di cui il nostro occupa il ruolo di ‘centro del cuore’; sono dunque i punti focali ‘positivi’ delle sette energie cosmiche principali nonché i poli positivi delle Sette Sorelle delle Pleiadi, l’ammasso aperto da cui proviene il nostro sistema solare. Questi Sette Spiriti davanti al Trono sono dunque, infine, anche il prototipo dei Sette Centri dell’Umanità.
(3) In senso esoterico le due stelle dell’Orsa maggiore e la Polare sono in rapporto con i tre aspetti dell’uomo incarnato: spirito, anima e corpo, e manifestano i tre aspetti della volontà divina. È la forza che produce l’integrarsi della personalità, il congiungersi di questa all’anima e l’unificarsi dell’umanità.
(4) La misteriosa costellazione della Cresta splendente (Orsa maggiore) fu consacrata dagli Egizi all’antica genitrice Tifone, Kepha (il cui nome significa “mistero”), la Madre delle Rivoluzioni, e l’India da lunghe ere l’ha associata al Tempo. I Saptarishi segnano il tempo e la durata degli eventi nel nostro ciclo di vita settenario e sono intimamente associati con l’ormai agli sgoccioli Kali Yuga, l’era delle tenebre che prelude al Satya Yuga, l’era della luce e della verità.
Taggato , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

5 risposte a Allineamenti Uomo-Sole-Cosmo 18° – 11 agosto: Merak (Orsa Maggiore)

  1. Pingback:Il Cuore è il Datore di Vita – TPS Blog – Area italiana

  2. Pingback:Signes du Ciel année 2016 – 2ème quart de cycle – TPS Blog – Espace français

  3. Pingback:Segni del Cielo anno 2016 – 2° quarto di ciclo – TPS Blog – Area italiana

  4. Pingback:Merak (Orsa Maggiore) – il Mistero della Vita - TPS Blog - Area italiana

  5. Pingback:Les Signes du Ciel – Quatrième quart du cycle de l’année 2014 - TPS Blog - Espace français

Lascia un commento