L’Organizzare e la Legge del Magnete

Nell’articolo precedente, dal titolo Base e scopo dell’Organizzare è l’Unità, abbiamo messo a fuoco l’idea che l’Universo funziona e “sta assieme in libertà” perché:

– è un’Unità,

– è governato da un Uno che si può pensare assoluto,

– è una comunione illimitata di unità relative cooperanti e ordinate secondo un Piano gerarchico.

Abbiamo così accolto l’idea che anche l’unità relativa “umanità” sia connessa proporzionalmente a tale Unità totale, garanzia della Comunione generale.

“Micro e macrocosmo sono uniti insieme e sono uno, con il potere di un solo e identico Respiro.” 1

Flower of LifeIl potere organizzante è dunque alla base dell’Ordine cosmico, che fa delle parti un’unità, un unico organismo vivente, una struttura che, per quanto complessa possa essere, è unitaria.

A ben vedere, l’Unità è la massima Potenza, onnipresente: Essa annulla le separazioni, poiché unifica ciò che è consonante e comune a tutti gli esseri, l’Essere appunto, riassorbendo gradualmente il discorde, ciò che resiste al Bene comune. Per queste ragioni, è la più sacra delle Idee e delle cose, ed è la base o necessità di qualsiasi Organizzazione della Nuova Cultura che vuole rispecchiare il modello del Cielo.

Quando si perde o si trascura nelle menti il concetto di Unità, si cade nella confusione, la ragione si stravolge e si smarrisce la via, poiché si è dimenticata l’Origine e la Meta stessa dell’Uni-verso, senza la quale tutto è destinato a non durare o va distrutto. Ma gli esseri che reagiscono al richiamo dell’Unità si aprono al Tutto, al Supremo, e nelle loro coscienze germina l’idea di una comunione umana planetaria, libera da preconcetti di razza, religione, o altro: tale è il modello che guarisce il Pianeta da molti mali ed innesca nuovi processi creativi.

“Fare di una collettività un individuo”: ecco il progetto; ma per ottenere questo risultato è indispensabile la responsività delle coscienze ed un sistema d’ordinamento. Le coscienze “infuocate” comprendono il valore risolutivo della cooperazione e sentono l’urgenza di contribuire a realizzare un ordine sociale nuovo.

Si passa allora dal concepire la vita come campo di competizione all’idea di collaborare in ogni situazione e circostanza. In quest’ottica, la molteplicità e la diversità, purché collaboranti tra loro, vengono viste come ricchezza generale, e s’impara a riconoscerle quali innumerevoli sfaccettature di una sola Verità, necessarie per esprimerla in bellezza e pienezza.

Se accogliamo quindi l’idea che l’Unità è il Tutto, “è l’Infinito, che è uno”, possiamo proseguire mettendo l’accento sul concetto di magnetismo. L’Infinito-Uno avrebbe un potere centrale, un Magnete, la cui Legge sarebbe responsabile della costruzione e della realizzazione dell’Unità generale. La Legge del Magnete è, o sarebbe, la legge che controlla il Cosmo intero.

Secondo tale ipotesi, l’Organizzare, a qualsiasi livello, acquista potenza ed efficacia solo se riconosce ed applica la legge del magnetismo universale, la legge che è alla radice di tutte le manifestazioni vitali, e qui intesa e proposta anche come la forza di attrazione che raduna popoli, razze e tutte le tendenze “simili” sparse ovunque nel mondo.

Nell’essere umano, come in ogni altro, il magnete centrale è il cuore, che conosce la via diretta, uni-versale, per tornare all’Uno infinito: il seme dello spirito, che è l’Unità, dimora nel cuore.

*

“Il magnetismo, presente nello Spazio e da esso inscindibile, disciplina e regola tutte le attività energetiche e coscienti a qualsiasi livello. E’ un principio di immenso valore, che può essere chiamato con molti nomi diversi, quali attrazione universale e amore divino.

La presenza del campo magnetico cosmico rassicura, poiché garantisce che nulla e nessuno può andare disperso. Nell’Infinito, ogni punto è al centro. Nell’Infinito, ogni uomo è al centro. E tutta la forza magnetica gravita verso quel punto di vita trionfante.

Il grande potere magnetico è onnipresente. Nell’immensità sconfinata del Cosmo l’amante e l’amato si cercano, si trovano e si uniscono. Che si tratti di sistemi stellari, di pulviscolo atomico o di forme di conoscenza, una sola legge li guida all’unione finale di tutte le coscienze.

In tale scenario le paure e le perplessità umane si dileguano, i processi più diversi si combinano, e gli innumerevoli mutamenti si rivelano per quel che sono: varianti computabili di una stessa attrazione. Seguendo questa visione non si tarda a riconoscere che l’Infinito è un Ordine, il più perfetto, il supremo, ed è la verità stessa.”2

*

“La totalità dell’Essere posa sull’Unità. La legge operante è così stupenda che qualsiasi costruzione universale dipende da essa. In ogni cosa essa raccoglie le parti, unendo assieme quelle che si appartengono l’un l’altra. È la Corona del Cosmo.”3

Mandala a ricamoLe forze cosmiche operano quindi in potente coordinazione e tutti i mondi osservano la legge di Unità. Mirare agli alti Modelli della vita solare e cosmica è la meta certa per tutti coloro che hanno a cuore lo sviluppo planetario e si sentono impegnati nella costruzione del futuro, riconoscendosi ed ordinandosi in un progetto comune di cooperazione.

Il genere umano dovrà occuparsene al più presto, quale anello dell’infinita catena dei mondi, se non vorrà isolarsi e così auto-distruggersi.

L’Uomo innamorato della Bellezza dell’organizzazione cosmica non può che desiderare di parteciparvi in modo creativo: si orienta allora al Modello supremo per identificare sempre meglio la parte che egli stesso deve assolvere come atomo o unità consapevole del grande Tutto, e con il suo ingegno pone le basi del futuro, di una nuova cultura, a imitazione della Cultura del Cielo.

La massima creatività dell’uomo è di fatto riconosciuta nel potere del pensiero e nel “fuoco del cuore”: attivati che siano, questo Carro del Sole guidato da cavalli alati può riportare una nuova Luce su questo pianeta dolente e smarrito.

Gli esseri umani al servizio di tale impresa urgente, senza clamore né azioni scoordinate, magnetizzano, nel campo della mentalità generale, nuove Idee, affinché queste realizzino, a tempo debito, progetti e forme risonanti all’Ordine supremo: le Idee, il motore e valore di ogni Cultura e Civiltà, sono quei semi di luce che, come fari, guidano le costruzioni future. E se riconosciamo che la Cultura è ricchezza di coscienza, possiamo allora affermare che il campo della semina del nuovo pensiero è la coscienza umana.

All’alba di una nuova Cultura, possiamo contribuire immaginando il futuro delle nuove organizzazioni, nei diversi settori, tracciandone le direzioni ‘causali’ attraverso alcune Formule o associazioni di Idee, che serviranno come base per la costruzione di strutture ordinate, ossia “in moto costante verso l’Unità”. Se le Idee danno la giusta direzione, il Pensiero del cuore è il vettore dei principi della nuova Cultura solare ed uni-versale: è lo strumento principe per stabilire la rotta, aprire un canale di dialogo, trasmettere e ricevere energie, giungere alle mete prefisse, stare al centro.

Lo sforzo comune di tracciare una rotta, un’orbita luminosa e magnetica, tramite una semina di idee finalizzata a nuove organizzazioni vitali e creative, è già una cooperazione coordinata, un ordine operante.

Seminare idee, dal Magnete centrale del cuore, è un’arte rituale, magica, che unisce il possibile al probabile, lo spirito alla sostanza, il Fuoco della Vita al Fuoco della Spazio, ed è un intervento necessario affinché i pensieri siano infusi di potere costruttivo.

Stella a 6 solare

*

BASE E SCOPO DELL’ORGANIZZARE È L’UNITA’

* La nuova Cultura è organizzata.

* Tutti i settori e i componenti della nuova Cultura sono fra loro cooperanti e comunicanti.

* La nuova Cultura è un organismo immateriale, vero sostegno di molte e diverse civiltà umane.

* La nuova Cultura è innovatrice ma rispetta le regole del Cielo.

* La nuova Cultura è unitaria e conduce a unificare i popoli e i loro ideali.

* Il nuovo Pensiero ha un proposito chiaro: realizzare il futuro lavorando in comune.

* Il nuovo organizzare è libero e spontaneo, ma regolare e disciplinato.

* L’organizzare opera sulle società umane comunque disposte, se rivolte al bene comune.

* L’organizzare agisce sullo Spazio, in cui stabilisce gerarchie di campi, regioni, mondi, correnti.

* L’organizzare agisce sui Centri, che dispone per gerarchie di potenza irradiante, luce, intelligenza.

* L’organizzare studia le gerarchie celesti, visibili e no, e le imita nella vita terrena. * Le strutture organizzate sono illimitate, per numero e potere.

* Le nuove strutture organizzate sono comunità viventi e operanti, diverse ma rette ciascuna dal medesimo principio.

* Il risultato dell’organizzare è l’unione degli opposti.

(Estratti da “Semi 1994”, testo inedito di E. S.)

*

“Esprimere l’unità indivisibile e realizzare il nucleo dello spirito come creatore: ecco la formula migliore del principio dell’Essere.”4

—————-

Da “Infinito I”, § 35, Collana Agni Yoga.
Da “Commento a Infinito I”, §121-122, scritto inedito di E. S.
Da “Infinito II”, § 49, Collana Agni Yoga.
Da “Infinito I” § 33, Collana Agni Yoga.
Taggato , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento