Organizzazione umana e solare

Ancora una volta, come ogni anno, siamo al limitare del Segno di Cancer, che sospinge la coscienza a pianificare ed organizzare la Sostanza spaziale (pianificare 3° e organizzare 7° Raggio per la tradizione esoterica) per nutrire in modo retto le nuove forme. È dunque un tempo propizio per tracciare la giusta direzione al nostro pensiero rivolto a costruire un futuro migliore per il nostro meraviglioso Pianeta.

Come pianificare ed organizzare la nuova Cultura e Civiltà umane?

Il Modello gerarchico (vedi video) e la semina puntuale (vedi documento) proposti dal progetto globale di TPS apportano una direzione di lavoro ben orientata in tal senso: in Alto, il Cielo, lo Spazio, insegna come fare e consegna le battute progressive della Costruzione comune; in Basso, l’attivazione cosciente della volontà di Bene (e della conseguente buona volontà) da parte del regno umano, sempre più necessaria ed urgente, appronta la matrice di realizzazione: le rette relazioni.

Le coscienze umane, gli atomi planetari, devono imparare le relazioni auree, sia tra le unità e collettività umane sia con gli altri regni di natura, e con quelli più sottili delle energie spirituali planetarie, solari e cosmiche. Siamo parte di un organismo planetario, solare, cosmico ed universale, ed occorre prendere sempre più coscienza del suo funzionamento (espressione dei Principi o Volontà della Vita ‘informante’) e del nostro posto o funzione per il bene del tutto, pena il ritardo evolutivo e tanta inutile sofferenza.

I fenomeni della natura devono essere posti in rapporto con gli eventi mondiali. Vi si vedranno delle conformità caratteristiche, ripetutamente mostrando che il pianeta è un grande organismo vivente. Tutto quanto lo riguarda è coordinato come gli organi di un corpo unitario, perciò non è lecito considerare le varie creature come entità a sé stanti. Tutte fanno parte di una singola organizzazione e devono considerarsi membri responsabili di una comunità. Procedendo in tal senso si riconosce la struttura perfetta e definita dell’Universo.

Non stupite se di continuo si rinnovano le ribellioni alla legge dell’ordine. La forza del caos è come un vortice immane che travolge facilmente le coscienze deboli. Invero i suoi influssi hanno le proprietà di un’infezione epidemica.
Osservate gli eventi e raffrontateli: finirete per comprendere le leggi della continuità e delle concatenazioni. (…)“*

Gli insegnamenti esoterici affermano che nell’Ordine solare e cosmico la funzione della quarta Gerarchia umana, della nostra realtà spirituale, è quella di creare Armonia tra Alto e Basso, di unire Cielo e Terra attraverso l’intelligenza amorevole o l’amore intelligente – di esprimere Amore-Saggezza o buddhi attraverso l’Intelligenza o manas. L’Armonia tramite conflitto (4° Raggio/4^ Gerarchia creativa) è la necessità e l’apporto dello sforzo umano all’organizzazione generale, che stabilisce rette relazioni spaziali basate sull’Amore o Saggezza (2° Raggio), il Movente universale.

Non vi è amore senza armonia, né armonia senza amore.

A fondazione della nuova Cultura armonica, vi è dunque il Cuore: l’Amore impersonale creato nell’intimo di ogni spirito individuale o collettivo, nel qui ed ora dell’Azione, allorché si sceglie il Bene comune al posto della separatività, la linea di minor resistenza delle spinte auto-conservative ed involutive dei nostri veicoli inferiori (mentale inferiore, emotivo, fisico).

Di che avvolge la Terra il genere umano, fino a nasconderla? La sfera più opaca è quella dell’egotismo. La più inutile è quella della gelosia. La più distruttiva è quella della presunzione. Queste sfere corrodono famiglie, imperi, chiese, e qualsivoglia organizzazione. Il Cosmo, al contrario, chiama a collaborare. Il mutamento imminente potrà spazzare via questi accumuli umani, ma chiunque abbia contribuito a formarli risponde al karma del pianeta. Il potere creativo dell’uomo si esplica ormai solo come distruzione. Ma lo spirito che tende all’Infinito coadiuva con l’Universo.”**

Sono da stimare coloro che non si limitano a parlare, ma agiscono. Imparate a valutare le azioni. Le difficoltà di quest’epoca derivano dalla organizzazione scadente, che ha una causa di assurda meschinità: si è dimenticata la collaborazione dei cuori. Gli uomini si radunano per pregare insieme, ma trascurano di sintonizzarsi in quell’atto di servizio. Eppure questa condizione, che è indispensabile, è facile da conseguire, basta semplicemente aiutarsi a vicenda. (…)”***

Come l’Umanità, concorde nella volontà di Bene, può dunque pianificare ed organizzare la nuova Cultura e Civiltà?

Per istituire ed organizzare la nuova Cultura/Civiltà dell’Armonia, occorrerà che, sia a livello individuale che collettivo, si traducano in azione quelle Idee solari o Potenze spirituali che sono fonte e causa di Evoluzione lungo le sue sette direzioni gerarchiche:

  • se uno spirito o Cuore o Umanità vuole governare, occorrerà che sappia essere fonte di Libertà:

Base e scopo del governare è la Libertà

  • se si vuole educare o elevare un bambino, o l’intera umanità, occorre agire per Amore, e li si attrarrà alla Saggezza del Cielo:

Base dell’educare è l’Amore

  • se si vuole amministrare la “Casa comune” in maniera saggia, ovvero pianificare l’Economia planetaria, occorre che il Pensiero sia guidato dalla Luce o Intelligenza solare:

Base del progettare è la Luce

  • se si vuole riflettere l’Armonia del Cosmo in Terra, occorrerà esprimere l’Arte di vivere nel qui ed ora, secondo la Bellezza dell’Essere:

Scopo dell’esprimere è la Bellezza

  • se si vuole lavorare alla costruzione del nuovo Pensiero, è necessaria la Scienza della Gioia, che è “una saggezza speciale”:

Base del Lavorare è la Gioia

  • se si vuole trionfare sull’illusione dell’isolamento, della separatività e dell’ignoranza, occorre valorizzare la forza unificante della vera Comunicazione:

Scopo e oggetto del comunicare è la Verità

  • infine, se si vuole organizzare l’Ordine planetario umano al servizio del Bene comune e così irradiare l’Ordinamento della nuova Cultura, occorrerà riconoscere l’Unità essenziale del Tutto:

Base e scopo dell’Organizzare è l’Unità

Per costruire e organizzare la nuova Cultura e Civiltà all’insegna delle Idee solari occorre procedere in ispirito, “a respiro unito e a ritmo unificato” con il Cuore dello Spazio:

Un ritmo di lavoro saturo è qualità di pochi. Il suo benefico influsso è assai più prezioso che non sembri. Già negli antichi misteri usavano queste espressioni: lavorare sull’onda della Natura Sublime” e “lavorare secondo il battito del cuore della Madre del Mondo”.
Chi ha studiato argomenti profondi deve aver imparato il lavoro saturo di ritmo, che nulla può fermare.
Il Maestro Buddha voleva che i discepoli badassero ai cambiamenti di ritmo. Prima delle grandi conquiste non consigliava il riposo, ma il lavoro saturo di ritmo. Ricordatelo.
Fra i problemi dell’evoluzione futura, ricordate che dopo il lavoro solitario è necessario organizzare unità molto più complesse.
È possibile vedere esempi di lavoro saturo di ritmo in individui isolati, o in comunità molto ristrette, ma le moltitudini e le assemblee non sanno usare quel principio.
Esiste un detto antico: “Guardati dalla folla”. Ma un altro, altrettanto antico, sostiene: “Bisogna insegnare alla folla a lavorare in ispirito”.
Gli aspetti esteriori del lavoro possono variare assai, ma se diviene ritmico la sua qualità cambia. Se la gran parte delle famiglie di oggi non fossero vivai di volgarità, potrebbero veramente guidare al lavoro compiuto in unità di spirito. Ma padri e madri sanno solo ripetere come automi: “Fa come tutti!” Insegnate ai fanciulli a costruire le loro città.”****

Cancer è proprio tutto questo: il nutrire, secondo misura e ritmo, l’emancipazione della coscienza da un’uniformità di massa ad un’Individualità collettiva, la cui natura è la coscienza di gruppo (la “Casa illuminata”), un organismo composto da unità realizzate, autonome, capaci di sognare in grande, in concordanza e comunanza d’intenti: un Ordine.

Solo allora, attraverso tale organizzazione umana e solare, attraverso la Comunione dei Cuori, la Luce superna***** può diramare l’Essere nel Divenire, e porre le fondazioni della Città celeste.

 


* Collana Agni Yoga, Aum, § 163.
** Collana Agni Yoga, Infinito II, § 168.
*** Collana Agni Yoga, Mondo del Fuoco II, § 280.
**** Collana Agni Yoga, Foglie del Giardino di Morya II, § 350.
***** La Necessità o Volontà superiore presieduta da Capricornus, il contraltare di Cancer.
Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Una risposta a Organizzazione umana e solare

  1. Bianca V. dice:

    “Egli (il discepolo) non sarà più confinato entro i limiti della vita personale, ma comincerà a fondere questa vita con il grande tutto. Non si occuperà più esclusivamente dei suoi egoistici interessi, ma volgerà la sua attenzione ai problemi del gruppo. Non dedicherà il suo tempo solo alla cultura della sua identità, ma cercherà di comprendere quella più grande Identità di cui è parte. Questo è realmente quanto tutti gli uomini più evoluti cominciano più o meno a fare.”

    (Alice A. Bailey, La coscienza dell’atomo)

Lascia un commento