La matematica dell’armonia della Materia

La grandezza di scala secondo la potenza di 2 è quella utilizzata dall’Architetto Universale per evolvere la coscienza entro la forma; quindi, è la formula del progredire della materia stessa. Interessante è l’osservare che tale progressione è basata sul due, cioè, sulla dualità o polarizzazione originale. Due alla zero potenza è uguale a uno (20 = 1). Dall’uno, dunque, inizia la progressione nella scala delle grandezze, semplicemente raddoppiandone il valore.

Se prendiamo in considerazione le frequenze della materia così come sono contemplate nelle sette gamme o Piani principali, dalla più bassa, quella Fisica, alla più alta, quella cosiddetta Logoica, vediamo che progrediscono secondo la potenza di due.

progressione_ottavaOgni scalino della progressione è come una nota di una ottava musicale, così da totalizzare 49 note in 7 ottave. La progressione inizia dal numero uno che abbiamo visto essere formato da due alla potenza di zero. In questo modo si ha la seguente progressione numerica dall’ultimo sottopiano “solido” del piano (ottava), Fisico, al primo sottopiano “atomico” del piano (ottava), Logoico. Se l’ultimo scalino o sottopiano del Piano Fisico, ossia, quello denominato “solido” (il primo della scala sottostante) avesse come valore ipotetico = 1, la frequenza del primo sottopiano “atomico” del Piano Logoico (l’ultimo della scala ma il primo in ordine di frequenza) avrebbe un valore 281 bilioni 474 miliardi 976 milioni 710 mila 656 volte più grande!

quadratomagico_progrottavaDalla somma delle cifre di ogni casella si ottiene il seguente quadrato magico in cui si distinguono la sequenza 1 2 4 8 7 5 1, e le due sequenze in diagonale, basate sulla stessa sequenza di numeri, che si alternano in modo ripetitivo: 1, 4, 7 e 2, 8, 5.
1, 4, 7 sono i numeri della corretta sequenza dell’evoluzione della coscienza che dalla Triade Divina, il numero 3 non espresso, innesca l’unità manifesta o 1 in espressione, a cui fa seguito il quaternario inferiore, 4, ed il settenario creativo, 7.

Di non immediata comprensione è la seconda serie 2, 8, 5. Starebbe a significare che l’1 si manifesta sempre in una dualità, 2, che a sua volta crea le tre dimensioni spazio-temporali (23 = 8) che formano lo spazio in cui la coscienza, 5, (il numero 5 è quello dell’uomo o coscienza simboleggiato dalla stella a 5 punte) induce il movimento della materia).

Sono assenti dalla sequenza numerica i numeri 3, 6, e 9. Il 3 è la trinità Divina non manifesta, quindi, non può comparire nella sequenza; il 6 è il numero del perfetto equilibrio che simboleggia la stabilità della materia non ancora in movimento dinamico; e il 9 è il numero della perfezione a cui la materia tende senza mai raggiungerla pienamente, pena l’annichilimento della materia stessa.

Il quadrato magico della progressione geometrica

Diverso ma non meno stupefacente è il quadrato magico costruito in base alla progressione geometrica secondo la serie numerica di Fibonacci che, come sappiamo, rispetta, fin dai primi numeri, la proporzione aurea: 1,618. Facendo la somma delle singole cifre della serie per ogni casella viene a formarsi il quadrato sottostante che rivela le sue proprietà magiche. Innanzi tutto la serie si ripete per 2 volte completamente in orizzontale; in secondo luogo si evidenzia la diagonale centrale composta, da sinistra a destra, esclusivamente dal numero 1. Si distinguono, poi, 3 diagonali da sinistra a destra, che si ripetono alternandosi: 1, 4, 7 seguita da 2, 8, 5 ed infine le diagonali 3, 9, 6 e 8, 8, 8 che si ripetono simmetricamente. Altrettanto succede per le diagonali da destra a sinistra che ripetono le sequenze a specchio, secondo il quadrante destquadratomagico_progrgeomro o sinistro: 2, 7, 7, 2; 3, 8, 6, 1; 8, 9, 1, 9; 4, 8, 5, 1. È da notare che le sequenze 1, 4, 7 e 2, 8, 5 sono le stesse del quadrato precedente della progressione ad ottave, ad indicare che le due progressioni sono gemelle e complementari. Infine è da segnalare la comparsa dei numeri 3, 6, 9, a sottolineare che la progressione geometrica contiene tutti i numeri da 1 a 9. La diagonale 3, 6, 9 reca nel quadrato i numeri del Divino che si manifesta nella materia ordinandola armonicamente.


(n.d.r. – articolo già pubblicato sul sito http://fraternity.it e inserito in TPS con etichetta Psicoscienze, parte della categoria Direzioni trasversali)

Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Una risposta a La matematica dell’armonia della Materia

Lascia un commento