Base dell’Organizzare è l’Unità

Il Cosmo è l’Universo organizzato, ossia l’Uno manifesto.

Se accogliamo l’idea che l’Universo funziona e sta assieme in libertà perché è Uno, perché è governato dall’Unità assoluta e perché è una comunione illimitata di unità relative cooperanti e ordinate secondo un Piano gerarchico, possiamo immaginare che anche l’unità relativa “umanità” sia connessa proporzionalmente a tale Unità assoluta, l’unica garanzia della Comunione generale.

Rispettare l’Unità non sarebbe dunque un gesto religioso soltanto, o morale, o filosofico: è il comportamento naturale dell’uomo che riconosce nel cuore la Bellezza organizzata dell’Ordine cosmico “in moto costante verso l’Unità”, e intende parteciparvi in modo creativo, cercando la parte che egli stesso deve assolvere come atomo o unità consapevole di un grande Tutto.

Il potere organizzante è quindi alla base dell’ordine cosmico, consentendo di stabilire legami, affinità e operazioni ritmiche fra serie di enti dalla diversissima natura, sì che concorrano liberamente a formare la Comunità universale. Ciò traspare chiaramente nel funzionamento del Sistema solare, nostro “cosmo locale”, ma anche nell’uomo-microcosmo, nelle mansioni dei suoi organi fisici fra loro così differenti eppure collaboranti al benessere dell’insieme. Da quel potere organizzante e segreto dipende dunque la nostra stessa esistenza.

Tale modello della Realtà quale Unità cooperante non può che ordinare ed ispirare dal profondo ogni avanzata ed organizzazione viventi.

numeri a esagonoOrganizzare significa realizzare ordini o gerarchie di funzioni, ed è dunque il Numero, riconosciuto quale portatore di qualità, il potere e valore centrale dell’Organizzazione. Secondo la visione psicomatematica, il Numero è infatti la chiave del rapporto tra Vita e Spazio, e svela la Qualità o “coscienza” dei loro infiniti rapporti. Il Numero è l’ordine e l’essenza delle cose.

I Numeri ordinano le infinite infinità di combinazioni secondo scala gerarchica o qualitativa, dall’Uno all’Infinito, e viceversa. Questa è la magia che spiritualizza le cose e gli eventi, allestendo tra essi retti ordinamenti, strutture, regole e procedure funzionali allo “scopo dell’Unità”. L’impegno evolutivo cosmico sarebbe (o è) il riordino generale dei rapporti fra i due elementi supremi: Spirito e Sostanza, Vita e Spazio, uniti dalla Coscienza nella Trinità, che è la prima radianza dell’Uno.

“Una maestosa Unità regna nell’Universo come legge potentissima.”

Se le forze cosmiche operano in potente coordinazione e tutti i mondi osservano la legge di Unità, l’umanità, quale anello dell’infinita catena dei mondi, dovrà prima o poi imparare a rispettarla.

L’Uomo, con la sua potestà di auto-coscienza, può unire in sé le due Origini Vita e Spazio, organizzando le sue parti, dai pensieri alle emozioni alle azioni. In tal senso, l’uomo si rivela quale creatura concepita e costruita per questo compito pontificale.

spirale a frattaliNe consegue che un’Organizzazione umana potrà essere davvero vitale solo se “la spirale della sua tensione risuona con la Legge del Cosmo”, avendo cioè il potere creativo di muovere costantemente verso l’Unità, germinando incessantemente nuovi semi e ispirando ulteriori avanzate secondo il modello ‘psiconumerico’ della realtà.

L’Organizzare è una delle grandi azioni viventi dell’uomo, una componente essenziale della Nuova Cultura, necessaria per aderire alla soluzione della Comunione umana, che non prevede di certo uguaglianza di forme, bensì unimiranza e unità di scopo attraverso la loro coordinazione. Ne segue che l’unione psichica dei popoli umani non è da cercare nell’uniformità, ma nella partecipazione concorde e dissimile al Lavoro comune.

Se si riconosce che

BASE E SCOPO DELL’ORGANIZZARE È L’UNITÀ

 si stabilisce dunque che l’Idea di Unità è la base o necessità di qualsiasi Organizzazione della Nuova Cultura, Cultura che dovrà parimenti essere un’organizzazione centrale o unitaria, ovvero in grado di ripartirsi secondo settori o funzioni proporzionali e complementari; all’interno di questi ogni popolo o società potrà apportare il proprio contributo unico e prezioso, in cosciente collaborazione con quelli degli altri. Organizzare significa dunque porre in comune tutte le risorse umane.

L’organizzare amministra, riunisce e distribuisce il tesoro della Cultura, antica e nuova, che non appartiene a nessuno eppure è di tutti.

Altrimenti detto, la Cultura che rispecchia il Cielo, l’Ordine cosmico, è una comunione spirituale organizzata.

La forza della Nuova Cultura organizzata sta nel riconoscere e imitare la struttura numerica universale: secondo l’intendimento esoterico, tutto parte dall’Unità, si irradia e crea attraverso una Triade fondamentale e si palesa attraverso il Settenario, per tornare infine a risalire all’Unità. Lo Spazio, la Madre delle madri, ne contiene il processo: la Madre è l’ordinatrice per eccellenza, “colei che pone in relazione attraverso la misura” come indica la radice del Suo nome esprimente l’idea di misura, rapporto.

Un’Organizzazione ispirata dal Numero assegna il giusto posto ad ogni parte di un insieme secondo la sua reale funzione, ordina la multiformità secondo le Sette qualità fondamentali che servono in maniera armonica e aurea l’Uno; se applicata in tutte le strutture di una comunità, a imitazione della Comunità solare e cosmica, ne realizza l’integrazione e la conseguente identificazione con il Modello superiore.

home blog 1 Stella del 7 cubico

Il principio ordinatore ricompone l’Unità suprema risalendo dal molteplice all’Uno semplicemente unificando ciò che esiste di comune fra le cose che appaiono separate e distinte. Così garantisce il successo finale dell’Opera evolutiva, che riconduce all’unica Origine.

L’ORGANIZZARE ELEVA LA SOSTANZA ALL’ESSENZA

Il potere organizzante si può definire magico in quanto “riunisce la sostanza all’essenza” e compone parti o settori distinti e dissimili secondo un ordine gerarchico “super partes”, in un solo organismo vivente.

Possiamo ipotizzare che il potere umano si può moltiplicare in gran misura se la comunità umana si organizza in gruppi, liberi di agire ma operanti per il Bene comune, disposti in modo da rispecchiare l’ordine solare, sia nel numero, sia nelle funzioni. Il successo dello sviluppo umano dipende quindi dall’applicazione pratica di tale principio unificante, rispettato dovunque nel Cosmo e quindi anche nell’ordinamento del Sistema solare o dei Regni naturali planetari.

È possibile contribuire all’Opera evolutiva preparandoci a collaborare con il Sistema solare in modo intelligente, ordinato e nuovo. Nell’Infinito, ovvero nella Realtà, nulla esiste di separato, tutto comunica con tutto.

***

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

2 risposte a Base dell’Organizzare è l’Unità

  1. Pingback:Segni del Cielo anno 2016 – 2° quarto di ciclo – TPS Blog – Area italiana

  2. Pingback:L’Organizzare e la Legge del Magnete - TPS Blog - Area italiana

Lascia un commento